XVI Giornata Malato Oncologico FAVO
XVI Giornata Malato Oncologico FAVO

XVI Giornata Malato Oncologico FAVO

Per la XVI Giornata Nazionale del Malato Oncologico, FAVO organizza una serie di iniziative. Lo fa da molti anni e non si ferma neanche in tempi di Covid. Ha organizzato le attività a distanza in modalità online, attraverso diversi incontri virtuali. Ha scelto di usare la modalità possibile ma non ha cambiato l’impronta di sempre, decisa e completa.

Tre giornate

Quest’anno, l’associazione propone un programma articolato su tre giorni:

  • 13 Maggio, 9:45 – 13:00
    Presentazione del 13° Rapporto sulla condizione assistenziale del malato oncologico – Piattaforma Zoom
  • 14 Maggio, 14:30 – 17:00
    Assemblea delle associazioni federate a FAVO – Piattaforma Zoom
  • 16 Maggio, 10:00 – 13:00
    Sessioni formative dedicate alle associazioni federate a FAVO
    Presentazione del docu-film “I Luoghi della Speranza” regia di Enzo Dino con la partecipazione di Massimo Di Maio, Manuela Arcuri* – Piattaforma Zoom

La Giornata Nazionale del Malato Oncologico

FAVO considera la Giornata Nazionale del Malato Oncologico il cuore della sua attività. Ha lavorato molto perchè il Presidente del Consiglio dei Ministri, con direttiva del 19.1.2006, la istituisse. La Giornata viene celebrata ogni anno, nel terzo fine settimana di maggio. FAVO la dedica soprattutto al malalto e agli ex malati. La dedica anche ai sopravvissuti al cancro e a tutti coloro che hanno vissuto da vicino la malattia. Parliamo dei familiari e di coloro che hanno assitito e assistono la persona malata, condividendone ansie, preoccupazioni, speranze.

La Giornata, ogni anno, approfondisce temi essenziali per la vita e la cura dei malati oncologici. Propone la discussione sull’accesso alle terapie, sulla riabilitazione e sulla qualità della vita. Tratta la problematica delle difficoltà nel rapporto medico-paziente, delle cure palliative e della terapia del dolore. Affronta il tema dei diritti sul lavoro e della corretta informazione ai pazienti, oltre a molti altri. Grazie al forte richiamo mediatico che esercita, la Giornata rappresenta un’irripetibile occasione. Con essa si possono portare all’attenzione delle istituzioni e dell’opinione pubblica le istanze e i bisogni dei malati oncologici e dei loro familiari.

I numeri del cancro

In Italia, ogni anno, circa 370 mila cittadini sono colpiti dal cancro. Attualmente, il 50% dei malati riesce a guarire, con o senza conseguenze invalidanti. Dell’altro 50% una buona parte evolve verso la cronicizzazione, riuscendo a vivere più o meno a lungo.

Oggi il decorso della malattia non è più come un tempo. I risultati della ricerca, i progressi della diagnostica, della medicina e della chirurgia e le nuove terapie producono effetti positivi. Insieme, permettono di allungare anche sensibilmente la vita dei malati senza speranza di guarigione. Da una parte i vantaggi del progresso scientifico hanno cancellato l’ineluttabile equazione “cancro uguale morte”. Dall’altra però sono sorti nuovi problemi che riguardano proprio la vita dei malati. Uomini e donne di ogni e condizione sociale, sono diventati i protagonisti della lotta al proprio cancro. Una lotta che coinvolge quotidianamente il loro corpo e la loro mente. La lotta difficile e coraggiosa contro la “nuova disabilità di massa”. Il prolungamento della vita dei malati che non guariscono, infatti, costituisce un problema sociale di grande rilevanza.

La condizione del malato oncologico

Il Webinar di Giovedì 13 Maggio sarà dedicato, in particolare, alla presentazinoe del XIII Rapporto sulla condizioen assistenziale dei malati oncologici.

Apriranno i lavori l’On. Elena Carnevali e la Sen. Paola Binetti. Li modererà Alessandra Viero. Il programma è ancora provvisorio ma già abbastanza definito. Interverranno Francesco De Lorenzo di FAVO, Luca Pinto per All.Can Italia e Lucia Mangone di USL Reggio Emilia. Parleranno poi Marco Zappa dell’Osservatorio Nazionale Screening e Giovanni Rezza del Ministero della Salute. Terranno un intervento multidisciplinare, insieme, Alessandro Gronchi della Società Italiana di Chirurgia Oncologica, Giordano Beretta dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica e Vittorio Donato dell’Associazione Italiana Radioterapia e Oncologia Clinica. Interverranno anche Raffaele Migliorini del Coordinamento Generale Medico Legale di INPS , Carla Collicelli del CNR e Francesca Traclò dell’Associazione Italiana Malati di Cancro.

Un occasione importante per capire e per aiutare. Fincopp Lombardia sarà presente!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.