Al momento stai visualizzando Riccardo pare poco convinto
Riccardo pare poco convinto

Riccardo pare poco convinto

Riccardo Introzzi pare poco convinto o, forse, è solo un po’ preoccupato. Come non capirlo? La foto lo ritrae insieme a Valeria Perego, fuori dagli studi Rai di Milano. E questo è proprio il punto. Riccardo e Valeria, stavano entrando in Rai per registrare una trasmissione su un argomento non proprio leggero. Dovevano parlare di cancro della prostata, di intervento chirurgico e di conseguenze a carico del pavimento pelvico. E lo stavano per fare, metttendo in pubblico l’esperienza del paziente! Non una passeggiata, come si dice. Ma andiamo con ordine.

Cominciamo da Riccardo che pare poco convinto

Riccardo è un volontario di Fincopp Lombardia OdV. Più esattamente, della sezione di Como dell’associazione. Possiamo addirittura dire che in qualche modo ne è la sua anima o, quanto meno, una delle sue anime. E’ lui che si è trovato catapultato nel cancro alla prostata. All’improvviso, nel pieno della sua vita attiva, si è trovato ad affrontare una diagnosi così pesante. E la situazione era anche piuttosto grave, è stato necessario l’intervento chirurgico per l’asportazione totale della prostata. Una bella botta. Paura, angoscia, sofferenza fisica e, come si può immaginare, anche psicologica.

Ma non è finita lì. L’operazione è riuscita, è probabile che il cancro sia stato sconfitto. Sarebbe potuto morire, Riccardo, e invece è salvo con una vita piuttosto lunfga davanti a sé, considerato che è ancora giovane. Sì, l’operazione è riuscita ma poi ci sono state le conseguenze. Quelle cose che in medicina si chiamano complicanze. E le complicanze dopo un intervento di asportazione della prostata sono incontinenza e problemi di erezione. A 50 anni! Nel pieno della vita, quella professionale e quella di relazione. Nessuno però lo aveva preparato e neppure informato. Così Riccardo ha scoperto per la seconda volta di avere un problema serio. Questa volta però l’ha scoperto in modo ancora più improvviso e senza nessuno che potesse dargli indicazioni.

Questa è stata la sua esperienza e lui ha pensato che non fosse giusto che la vivessero anche altri. Certo, non si è fermato lì. Ha picchiato a destra e a manca. Ha cercato e ha sbattuto la faccia. Alla fine, ha trovato Sabrina Mastronardi, la fisioterapista che lavora all’Ospedale di Como e che lo ha preso in carico e con lei ha cominciato un percorso di riabilitazione.

Da qui è nata la sezione di Como

Questa è stata una ragione in più per convincerlo a fare qualcosa. Proprio perché qualcosa si può fare e il problema è, con tutta evidenza, quello dell’informazione dopo quello della consapevolezza. E allora, Riccardo si è buttato testa bassa, ha coinvolto altri pazienti e la fisioterapista. Insieme hanno sentito amministratori pubblici e hanno parlato con specialisti. Poi, sono partiti. Anzi, siamo partiti. Abbiamo costituito la sezione di Como di Fincopp Lombardia OdV e abbiamo cominciato a darci da fare in modo concreto in quel territorio.

Anche Valeria Perego è una volontaria di Fincopp Lombardia OdV e fa parte dell’Organo di Amministrazione dell’associazione. Lo è da tempo e ha portato all’associazione tutto il suo entusiasmo personale insieme alla sua competenza professionale. Sì, perché Valeria è Psicologa e Psicoterapeuta e in associazione porta il tema della necessità di porre attenzione alla sofferenza emotiva di chi ha problemi di salute fisica. Già, la sofferenza emotiva (o psicologica, se vogliamo chiamarla così) e la dimesione emotiva. Quella dimensione che sottovalutiamo tutti i giorni ma che l’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma essere una condizione essenziale per la salute della persona. In modo più preciso, dice che la salute è una condizione di pieno benessere fisico, psichico e sociale (relazionale, precisiamo noi).

Figuriamoci se l’attenzione alla sfera emotiva non è indispensabile verso persone che si trovano di fronte il cancro o i problemi del pavimento pelvico. Il primo che le sbatte di fronte alla morte. I secondi che colpiscono aspetti molto delicati della persona e della vita.

Riccardo pare poco convinto

Da anni, Fincopp Lombardia porta avanti con impegno il suo compito di fare educazione e informazione intorno ai problemi del pavimento pelvico. E’ un impegno rivolto alle persone e alla società, agli operatori sanitari e alle amministrazioni pubbliche. Qui si tratta di fare uscire questi temi dal cono d’ombra della vergogna e farlo affrontare nel modo giusto perché c’è un modo giusto ed efficace di affrontarli. Soprattutto, si tratta di affermare la dignità di chi ne soffre e l’ingiustizia di quando si è spinti a considerarsi vittimne di un destino irreparabile.

Lo fa in molti modi, Fincopp Lombardia, questo lavoro. Tiene convegni, incontri pubblici, interviene sulla stampa. Partecipa anche alle trasmissioni dell’accesso organizzate da RAI e Co.Re.Com. E questo era ppunto quello che Riccardo e Valeria, lo scorso 15 Giugno, stavano per fare: una trasmissione, in Rai, sul cancro della prostata e le sue conseguenze, dal punto di vista del paziente. Visto perché Riccardo pare poco convinto nella foto? Andava a mettersi in piazza. Lo faceva insieme a Valeria, certo, ma lo sforzo era comunque notevole. Ciò che però lo preoccupava di più era il timore di dimenticare qualcosa, di trascurare alcuni punti del molto che era pronto a dire.

Una trasmissione importante, su un tema delicato, per raccontare alla gente quali ne siano le effettive condizioni, cosa sia importante sapere, come ci si debba comportare. Un’occasione anche per dire all’eventuale malato all’ascolto che non è solo. Da lì sono passati altri e la loro esperienza serve per non ripeterla. Almeno negli aspetti negativi che si possono evitare. La trasmissione andrà in onda in video, su Rai Tre Regionale, il 30 luglio e il 3 settembre, alle 7,30. Andrà in onda anche in radio, su Rai Radio Uno, il 30 luglio e il 10 settembre, alle 23,35.

Una “videoteca” a disposizione di tutti

Una trasmissione che si aggiunge alle molte altre già realizzate e che formano una sorta di videoteca sempre consultabile, al canale YouTube di Fincopp Lombardia. Abbiamo parlato di incontinenza e disturbi pelvici maschili e femminili e pure pediatrici. Di problemi urologici, ginecologici e proctologici. Di riabilitazione e di cura. E andremo avanti a farlo perché su questi argomenti c’è proprio tanto dar dire. E da sapere!

 

 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.