You are currently viewing Fincopp Lombardia cosa, come, perché
Fincopp Lombardia cosa, come, perché

Fincopp Lombardia cosa, come, perché

Fincopp Lombardia cosa, come, perché. Sembra il titolo di un articolo di giornale ma è, invece, lo spunto per raccontare della nostra associazione, nata per sostenere le molte persone che soffrono di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico in Lombardia.

Le aziende spendono un mucchio di soldi

Lo vediamo sempre più frequentemente. Sono ormai diverse le aziende multinazionali che producono pannolini per l’incontinenza che fanno pubblicità, in televisione, sui canali nazionali, la sera, negli orari di maggiore ascolto. Diverse aziende e diverse pubblicità: da quella che dice che così la signora può andare finalmente al carnevale di Rio, a quella dove la signora dichiara soddisfatta che finalmente può stare alla festa anche se ride di gusto e altre ancora.

Quelle pubblicità costano sicuramente tantissimo, centinaia di migliaia di Euro, e le aziende – lo sappiamo – non buttano via i soldi. E allora? Allora è semplice: il business dei pannolini per l’incontinenza è enorme perché le potenziali clienti sono davvero tante (o tanti, visto che ne soffrono anche gli uomini).

Sono tanti sì! In Italia almeno 5.000.000 di persone soffrono di incontinenza, senza contare quelle che soffrono delle altre disfunzioni del pavimento pelvico: ritenzione, vescica iperattiva, stipsi, prolassi, dissinergismo evacuativo, dispareunia, dolore pelvico cronico…

Una sofferenza pesante

Tanti soffrono di questi disturbi, credendo ognuno di essere un’eccezione. Soffrono di una sofferenza pesante, mortificante, umiliante. I disturbi del pavimento pelvico sono così difficili da accettare che ci si vergogna a parlarne anche col proprio medico. Non c’è problema a raccontare i sintomi di un tumore, di una patologia vascolare, di un problema cardiologico… ma quando si parla di urina, feci e delle cosiddette “parti basse”, il blocco scatta immediatamente.

Così succede che al problema fisico si unisce quello emotivo: il peso di qualcosa da tenere nascosto perché considerato motivo di vergogna. Se gli altri lo vengono a sapere? Sentono che puzzo? Se ne accorgono?  Da qui, l’altro problema: quello relazionale: si cessa di frequentare gente, ci si assenta dal lavoro, si alterano i rapporti all’interno della famiglia, si rinuncia (e si fa rinunciare) alla sessualità.

Piano fisico, emotivo e relazionale. Esattamente le tre dimensioni che l’OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità prende in considerazione per giungere alla sua definizione di Salute: Salute non è semplice assenza di malattia ma stato di completo benessere fisico, psichico e sociale.

Inutile prima che ingiusta

Qui la situazione riesce ad essere ancora peggiore perché si tratta di una sofferenza che potrebbe essere evitata: l’incontinenza, infatti, si cura. A causa della vergogna di chi ne soffre, però, si fanno passare anni prima di parlarne col proprio medico, prolungando così una condizione che potrebbe essere risolta molto prima.

Allora siamo di fronte ad una condizione molto pesante che ci pare inutile prima che ingiusta visto che

  • di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico soffrono milioni di persone: basterebbe questo a capire che si tratta di problemi comuni
  • l’incontinenza e le disfunzioni del pavimento pelvico sono spesso causate da fattori che potremmo azzardare a definire “fisiologici” come, per esempio, la gravidanza e la menopausa
  • i disturbi pelvici si curano, molto spesso con un approccio molto simile a quello col quale si curano i muscoli di altre parti del corpo: la riabilitazione che è la terapia di prima scelta per questi problemi
  • di più: le disfunzioni pelviche si possono addirittura prevenire

Il punto è saperlo!

Sapere: questo è il problema

Già, questo è il problema:

  • sapere che l’incontinenza si cura e come si cura
  • avere chiaro che un fenomeno così ampio è un problema serio per la salute pubblica e per l’economia del sistema sanitario e dei privati cittadini
  • essere consapevoli che l’incontinenza è stata definita uno dei tre giganti dell’invecchiamento insieme alla confusione mentale e alle cadute per inadeguato controllo posturale
  • assumere la consapevolezza che di incontinenza non si muore ma l’incontinenza uccide la vita
  • sapere che per andare al carnevale di Rio si può fare qualcosa di molto meglio che utilizzare pannolini

Informazioni che devono essere chiare a tutti

  • pazienti e loro familiari
  • cittadini e comunità
  • strutture e professionisti sanitari
  • istituzioni

Fincopp Lombardia cosa, come, perché.

La questione è culturale: deve entrare nel pensiero comune che stiamo parlando di un problema di salute personale e pubblica che merita la stessa attenzione di qualsiasi altro, con lo stesso rispetto e la stessa cura. Soprattutto con lo stesso riconoscimento e lo stesso rispetto della dignità della persona che ne soffre.

E qui c’è l’impegno di Fincopp Lombardia OdV e dei suoi volontari che lavorano con entusiasmo in quattro direzioni, verso

  • Pazienti e loro familiari
    sportello di ascolto, attività di consulenza e iniziative periodiche di prevenzione e diagnosi precoce
  • Mondo sanitario
    iniziative di formazione e sensibilizzazione
  • Territorio e comunità
    eventi di informazione, approfondimento e sensibilizzazione
  • Istituzioni regionali e locali, amministrative e socio-sanitarie
    Interventi di rappresentanza dei pazienti e dei loro bisogni

Fincopp Lombardia insieme a Fincopp OdV che da 20 anni rappresenta e difende a livello nazionale le persone che soffrono di incontinenza, alle altre Fincopp regionali, alle Associazioni di pazienti presenti sul territorio nazionale e alla F.A.V.O. – Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia.

Questo siamo noi di Fincopp Lombardia OdV e queste sono le nostre ragioni di essere, sul territorio, in mezzo alle persone e in relazione con le Istituzioni.

 

Fincopp Lombardia OdV è a Seriate, in Via Nazionale 93.
Per informazioni e contatti: tel. 035.221931, e-mail: info@fincopplombardia.org

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.