Al momento stai visualizzando Due giorni a Roma con Fincopp
Due giorni a Roma con Fincopp

Due giorni a Roma con Fincopp

Due giorni a Roma con Fincopp per parlare di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico. Anzi, no: due giorni a Roma con Fincopp per parlare di pazienti o, meglio, di persone e dei loro bisogni. Persone che soffrono di incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico. A volte, a causa di un tumore. Spesso per altri motivi. Quasi sempre, però, dimenticati.

Due giorni intensi, organizzati da Fincopp, in occasione della XVII Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza (e delle disfunzioni del pavimento pelvico) che ricorre ogni anno, il 28 Giugno.

Ci vuole coraggio e responsabilità

Abbiamo cominciato Lunedì 27 Giuygno. A Roma, in Piazza Montecitorio, all’Hotel Nazionale. Qui, Fincopp ha organizzato i II Stati Generali sull’Incontinenza, dopo la straordinaria esperienza di Novembre 2019. Quello era l’anno in cui l’associazione festeggiava i suoi primi vent’anni di attività e, dopo il ongresso di Giugno a Bari, aveva deciso di mettere in campo questa nuova iniziativa.

Fincopp aveva chiamato a raccolta tutti intorno a questo incontro. L’obiettivo era quello di “sviscerare” tutto quanto fosse da sviscerare intorno ad un tema di cui non si parla o si parla poco e quando lo si fa, lo si fa male. Intanto diversi milioni di persone soffrono non solo per il disturbo ma anche per la vergogna e l’isolamento. Quello che si autoinfliggono e quello che in qualche modo impone loro l’ignoranza ntorno a questo argomento. Il problema è culturale, sì. La gente non sa che siamo di fronte ad una condizione grave ma curabile. Una condizione grave non pèerché mette in pericolo di vita bensì perché ruba la vita a chi ne soffre. E che costa tanto, veramente tanto anche in termini economici. Ai singoli e al Sistema Paese.

Un punto sul quale Fincopp Lombardia non cessa di insistere e, con lei tutte le Fincopp regionali, oltre che, è ovvio, Fincopp nazionale.

La gente non sa ma non sanno neppure le istituzioni e spesso non sanno neppure i sanitari. E poi, l’argomento è scabroso. Quindi non e ne parla e più non se ne parla, più il problema peggiora perché lo si trascura, come raccontava recentemente il Dott. Oreste Risi in un articolo sull’Eco di Bergamo.

E il 27 Giugno, Fincopp ha convocato la seconda edizione degli Stati Generali. Con il coraggio di chiamare le cose con il loro nome.

Nomi pesanti, forti. Nomi veri.

II Stati Generali sull’Incontinenza Urinaria, li ha chiamati. Ma non solo: ha aggiunto nel titolo dell’evento le parole “fecale” e “stomale”, espressioni che non si usano. Queste cose non si dicono. Non sta bene. E ha completato il titolo con le espressioni “disfunzioni del pavimento pelvico” e “ulcere cutanee”. Qui la locandina del convegno: Roma 27.6.2022 – II Stati Generali Incontinenza

Stati Generali per parlare a tutto campo di un argomento complesso e vasto. Con il contributo di molti: istituzioni, esperti, associazioni. Diverse competenze e ruoli intorno ad un tema che tocca la vita delle persone. Una mattinata intensa in una Roma nella quale, quel giorno, i termometri hanno raggiunto i 42 gradi e il vento sembrava un phon per capelli messo alla massima potenza. Fuori faceva caldo ma dentro di scottante c’erano solo i temi sul tavolo. Sì, perché i lavori sono stati condotti in modo appassionato ma sereno da parte di tutti.

Tre tavole rotonde. Nella prima si è parlato dei problemi di chi – milioni di persone solo in Italia – deve usare stomie, pannoloni e cateteri. E di quali sono le soluzioni necessarie per loro e pure per la società. Nella seconda, si è discusso di come lo Stato, le Regioni e le Amministrazioni Pubbliche gestiscano gli acquisti dei dispositivi medici. Soprattutto, si è messo in luce il come questi dovrebbero essere gestiti. Una discussione franca e serena con la partecipazione di un Direttore Generale del Ministero della Salute.

Nella terza, si è discusso un altro tema scottante: quello delle professioni sanitarie, del loro ruolo e della loro collaborazione. Qui la questione è chiara. Incontinenza e disfunzioni del pavimento pelvico, loro cause, loro gestione, loro cura e loro complicanze possono essere affrontate in un modo solo: quello multidisciplinare.

I giorni a Roma con Fincopp

I giorni a Roma con Fincopp sono stati due e il secondo non è stato meno importante del primo. Ancora una volta, la sede è stata quella del Ministero della Salute, a Roma. Non è la prima volta che il Ministero mette a disposzione di Fincopp le sue sedi per le iniziative dell’associazione. Dimostrazione, se mai ve ne fosse bisogno, della rilevanza sanitaria, unama e sociale del lavoro del suo lavoro.

Qui la locandina del convegno: Convegno XVII Giornata Nazionale Incontinenza

La mattinata non è stata meno intensa della precedente. In occasione delle XVII Giornata Nazionale dell’Incontinenza è stata posta sul tavolo la questione dei PDTA. Le sigle aiutano a semplificare ma a volte rendono difficile la comrensione. Spieghiamo allora che stiamo parlando dei Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali che devono essere definiti per la presa in carico e la cura delle diverse patologie e dei diversi disturbi.

Qui parliamo dei Percorsi che devono essere definiti per i pazienti che soffrono di inconitnenza e disfunzioni del pavimento pelvico. Possiamo dire che anche questo sia un tema scottante. Lo è ancora di più perché il sistema sanitario, in Italia, è di fatto diviso per Regioni. Intorno al tavolo, ancora una volta, si sono sedute figure diverse. Esperti e Associazioni si sono confrontati e hanno discusso a lungo. E’ stato messo in evidenza lo stato dell’arte della situazione in Italia. Sono state messe in luce le condizioni delle diverse Regioni. Diverse voci hanno illustrato cosa sarebbe il meglio e cosa è necessario fare.

In occasione del convegno, Fincopp ha anche consegnato alle Amministrazioni Pubbliche che li avevano vinti, i premi per le Best Practices 2021/2022 nella gestione delle procedure di acquisto di dispositivi medici. Tra i vincitori, quest’anno, l’AUSL Romagna https://www.auslromagna.it/notizie/comunicati/item/4333-ausl-romagna-vince-il-premio-nazionale-sulle-buone-pratiche-nelle-gare-d-appalto e l’ATS Sardegna https://www.quotidianosanita.it/regioni-e-asl/articolo.php?articolo_id=105480

Due giorni di lavoro intenso. Due giorni anche di piacere però. Il piacere di lavorare insieme per qualcosa di importante. Guardate il video!

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.