Al momento stai visualizzando Condividere le esperienze aiuta ad affrontarle
Condividere le esperienze aiuta ad affrontarle

Condividere le esperienze aiuta ad affrontarle

Nasce in Fincopp Lombardia – Sezione di Como il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto perchè, lo sappiamo, condividere le esperienze aiuta ad affrontarle. Soprattutto se sono esperienze di sofferenza. E quando parliamo di cancro e di incontinenza, stiamo proprio parlando di condizioni di sofferenza.

Il Gruppo ha una sede e un numero di telefono. La sede è a Grandate, in Via Como 8 e il numero di telefono è 334.7034530. Sono la sede e il telefono della Sezione di Como di Fincopp Lombardia. Si riunisce ogni quindici giorni, il Mercoledì, alle ore 18,15.

Qui la locandina: AMA Fincopp Lombardia – Sezione Como

Non bisogna fraintendere però: questo non è un gruppo di persone che si incontrano per consolarsi a vicenda. Il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto di Fincopp Lombardia è fatto di persone che mettono a disposzione degli altri la propria esperienza. Un’esperienza da cui trarre strumenti per affronatre nel modo migliore il proprio percorso di diagnosi e cura da un punto di vista sanitario ma anche da quello che potremmo chiamare umano. Già perché non si tratta solo di sapere a chi rivolgersi ma si tratta anche di capire come sostenere la propria sofferenza e la propria fatica, senza dimenticare quella dei familiari e di tutti i cari con cui si è in relazione.

Condividere le esperienze aiuta ad affrontarle

Spesso le cose più belle nascono in modo semplice. In questo caso, l’idea è stata di Riccardo Introzzi e di Sabrina Mastronardi. Sabrina è una fisioterapista che lavora all’Ospedale di Como dove si occupa di riabilitazione del pavimento pelvico, in particolare maschile. E quando parliamo di uomini che hanno bisogno di riabilitazione pelvica, parliamo soprattutto di persone che hanno subito un intervento di asportazione radicale della prostata colpita da cancro maligno.

Nel corso della sua attività professionale ha toccato con mano la sofferenza di chi si rivolge a lei. In realtà, qui, più che di sofferenza, possiamo parlare di disorientamento. Il problema è che non si trova sul territorio un riferimento cui rivolgersi per sapere, capire, scegliere, dopo che si è ricevuta una diagnosi di cancro alla prostata. Non intendiamo riferimenti specialistici. Più semplicemente, intendiamo qualcosa o qualcuno che spieghi anche gli aspetti più semplici della gestione di questa condizione.

Oggi succede ancora di scoprire solo dopo l’intervento che esiste la conseguenza dell’incontinenza. Peggio: succede di non avere nessuno che spieghi cosa si debba fare, a chi ci si debba rivolgere, come si possa gestire questa condizione. Meno ancora si trova qualcuno che spieghi come si possa curare. E se questo vale per l’incontinenza, vale anche per la disfunzione erettile.

Tra i pazienti di Sabrina c’è stato Riccardo. E Riccardo ha provato sulla propria pelle il disorientamento di chi non sa neppure da che parte cominciare, lui che, nel pieno dell’attività fisica e professionale, si è trovato dall’oggi al domani ad affrontare il cancro, poi l’intervento chirurgico e quindi le conseguenze. Senza preparazione, senza informazioni.

Sabrina l’ha pensato, Riccardo si è attivato

Sabrina e Riccardo si sono attivati e hanno costituito il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto di Fincopp Lombardia – Sezione di Como. Lo hanno fatto partire con l’obiettivo di permettere a pazienti – e solo a pazienti! – di condividere la propria storia e le proprie sofferenze tra di loro. E si è rivelata, da subito, un’ottima idea. Insieme, infatti, si rompe il meccanismo di sentirsi abbandonati. Raccontare e ascoltare le difficoltà e le vittorie proprie e altrui aiuta. Non solo sul piano emotivo che è comunque molto importante o su quello sanitario ma anche su quello pratico. Come si gestisce una pratica all’INPS, per esempio. O quali sono i dispositivi che possono essere ottenuti.

Ed è quello che è successo a Como.

Il Gruppo ha poche regole ma ben precise. E’ composto solo da pazienti, non ci sono professionisti ed esperti. Questi possono essere invitati se i suoi membri lo ritengono utile e quando lo ritengono utile. Ognuno ha un proprio spazio e decide quali limiti voglia darsi quando parla di sé stesso. Non ci sono obblighi né costrizioni, salvo una, quella della riservatezza. Nessuno è autorizzato a rivelare i contenuti degli incontri e meno ancora questioni che riguardino altri partecipanti. E ce ne è un’altra, in verità: non si giudicano mai gli altri. Naturalmente, si parla in prima persona.

Gli incontri sono coordinati, se così si può dire, da due pazienti “anziani”. Non anziani di età ma di partecipazione. All’esterno, per qualsiasi necessità o sostegno c’è Cristina Quarti, una councelor esperta che però non partecipa alle riunioni.

Un’attività in pieno sviluppo

Condividere le esperienze aiuta ad affrontarle, dicevamo, ed è quello che per l’appunto sta succedendo a Como. Il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto è partito all’inizio dell’anno. C’erano già stati degli incontri l’anno scorso ma quest’anno si è costituito in modo ufficiale. I suoi membri partecipano con grande entusiasmo e il loro numero è in crescita. Alcuni sono venuti a conoscenza della sua esistenza già prima dell’intervento chirurgic e anche a loro è tato molto utile partecipare. Hanno potuto infatti avere informazioni e averle corrette su cosa succede prima e dopo l’intervento anche dal punto di vista pratico e su come organizzarsi.

Hanno anche potuto sapere che dopo non sarebbero stati soli. Avrebbero ritrovato gli altri membri del Gruppo.

Dicevamo che il Gruppo di Auto Mutuo Aiuto di Fincopp Lombardia – Sezione Como si riunisce ogni 15 giorni, di Mercoledì, alle 18,15, presso la sede di Grandate (CO), in Via Como 8. E dicevamo anche che è disponibile un recapito telefonico della sezione. Il numero è 334.7034530.

E’ un numero da chiamare senza remore. Dall’altra parte c’è sempre un volontario dell’Associazione che ascolta e fornisce informazioni, anche su come partecipare agli incontri del Gruppo.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.